Bassolino “salvo” per prescrizione

da www.ilroma.net, 11-06-2013

NAPOLI. Non luogo a procedere per intervenuta prescrizione. Questo è quanto il pubblico ministero di Napoli, Paolo Sirleo, ha chiesto per Antonio Bassolino, ex governatore della Campania, per il processo che lo vede imputato per traffico illecito di rifiuti e truffa. È imputato dinanzi alla quinta sezione collegio C del Tribunale di Napoli, presidente Maria Adele Scaramella.

Il pm ha chiesto invece la condanna a 2 anni e 6 mesi per Pier Giorgio Romiti, ex amministratore delegato di Impregilo, 3 anni e 1 mese per l’ingegnere Angelo Pelliccia; 4 anni per Armando Cattaneo, dirigente Impregilo, e per Vincezo Urciuoli. Chiesta la prescrizione per tutti quanti gli altri imputati. Salvatore Acampora, Elpidio Angelino, Giancarlo Arazzini Settimio, Sergio Asprone, Silvio Astronomo, Claudio De Biasio, Giovanni De Laurentis, Alessandro Di Giacomo, Giulio Facchi, Roberto Ferraris, Vito Fignani, Gabriella Garbanino, Roberto Gambato, Bruno Mogavero, Orazio Andrea Monaco, Pasquale Moschella, Umberto Pisapia, Antonio Pompili, Filippo Rallo, Paolo Romiti, Domenico Ruggiero e Raffaele Vanoli.

Numerosi capi di imputazione furono gia’ dichiarati prescritti dalla V sezione del tribunale. Il collegio aveva infatti gia’ emesso una sentenza predibattimentale in cui dichiarava la prescrizione di svariate imputazioni di falso e abuso d’ufficio risalenti ai primi anni Duemila, prosciogliendo contemporaneamente gli imputati senza entrare nel merito. A causa delle lentezze che fin dal primo momento hanno caratterizzato il processo, era stato ipotizzati fin dal suo avvio nel 2008 che molti capi di imputazione si sarebbero prescritti. Gli imputati sono 28, 549 i Comuni campani che figurano tra le parti offese.

admin

Radicalli “Per la Grande Napoli”